Come insegniamo

Molti genitori ci scrivono: quanto costano i vostri corsi? E’ obbligatoria la presenza? Quali sono gli obiettivi formativi? Cosa sapranno fare al termine del percorso?

Al di là della gratuità, il Coderdojo non è un corso, è un club. L’obiettivo è dare ai ragazzi nuovi strumenti per esprimere sé stessi, e lasciarli liberi di esplorare le proprie passioni, i propri interessi, al loro ritmo.

L’approccio che seguiamo è quello del costruzionismo e dell’apprendimento creativo. Il costruzionismo è una teoria dell’apprendimento, basato sulla teoria del costruttivismo, secondo la quale l’individuo che apprende costruisce modelli mentali per comprendere il mondo intorno a lui. Sostiene che l’apprendimento avviene in modo più efficiente se chi apprende è coinvolto nella produzione di oggetti “tangibili”; nel caso dell’informatica, un oggetto tangibile può anche essere un software, con cui è possibile interagire. L’apprendimento creativo si basa sulla teoria che l’apprendimento è più significativo quando chi apprende crea seguendo i propri interessi e le proprie passioni.

Nella pratica, questo significa che dopo un paio di lezioni introduttive, leggermente codificate, i partecipanti sono lasciati liberi di sviluppare le proprie idee, aiutati dai mentor che cercano di introdurre nuovi concetti quando i ragazzi sono pronti a “riceverli” – ovvero quando hanno uno specifico bisogno.

Non abbiamo alcun obiettivo di valutazione dei risultati. I ragazzi possono – se vogliono – fare vedere il loro lavoro al termine della sessione.

Il motto principale del mentor è “giù le mani dalla tastiera”: si intende le mani dei mentor, non quelle dei ragazzi! E’ fondamentale che ogni bambino e ragazzo faccia personalmente le proprie esperienze, ovviamente sotto la guida del mentor che svolge quindi solo la funzione di guida.

foto